A.S.D. Ciclistica Ottavio Bottecchia

Stella d'Oro al Merito Sportivo "1941 - 2011"

Sede Sociale: via Molinari, 37 - 33170 Pordenone tel. 340.3911682 - e-mail sede@cobottecchia.it

Casella di testo:

Gino Vianelli

70' ANNI DI CICLISMO

CURRICULUM DELLA CICLISTICA OTTAVIO BOTTECCHIA

Dopo la scissione dell'U.S. Pordenonese, l'8 Agosto 1941 nasce e si costituisce la Ciclistica O.Bottecchia con sede sempre a Pordenone, e viene eletto quale primo presidente Gino Vianelli che, nei suoi trascorsi sportivi quale ciclista, vinse il 1° Giro del Piave negli anni Venti.

1° DECENNIO 1941 - 1950

L'attività viene giocoforza frenata per gli eventi bellici ma nel 1947 la C.O.Bottecchia riprende alla grande l'attività con una riunione su pista al Velodromo intitolato al grande Ottavio. Erano presenti i migliori professionisti del momento, capeggiati da Gino Bartali, e fu tutto esaurito.
Essendo una delle poche Società in Friuli a svolgere attività in tutti i settori con ben 60 corridori tesserati, la C.O .Bottecchia in questo decennio raggiunse risultati spesso eclatanti, in regione e fuori.

Gino Bartali al Velodromo Ottavio Bottecchia - cronometrista Tommaso Corai

 

B57 jpg.jpg

2° DECENNIO 1951 - 1960

Entrano a far parte del sodalizio biancorosso grossi calibri del ciclismo dilettantistico, quali Andrea Barro, Egidio Turbina, Vittorio Vidotto, Alessio Peccolo, Da Rodda poi passati al professionismo. Anni d'oro con lusinghieri successi in Regione e con onerose trasferte sia in Veneto che in Lombardia. L'8 Settembre 1953 al Velodromo Bottecchia ancora tutto esaurito per la grande riunione degli Assi, alcuni reduci dal Campionato del Mondo di Lugano, primi fra tutti Fausto Coppi con la fiammante maglia Iridata, Gino Bartali, Giovannino Corrieri, Toni Bevilacqua con il contorno dei migliori Dilettanti del Triveneto.
In questo decennio sono state organizzate oltre 15 gare annue e tanti successi ottenuti.

Il campionissimo Fausto Coppi al Velodromo Ottavio Bottecchia

B016 JPG.jpg

Arrivo al Velodromo Ottavio Bottecchia - Foto: dott. Piero Polese, Antonio Moro, Demetrio Moras, Giovanni Furlanetto e Marco Presot

Foto: , arrivo al elodromo O.Bottecchia nel 1959

 

Foto: Lazzaretti, Demetrio Moras, Favalessa, Bellotto e Marcuz.

Ultimo Arrivo al Velodromo O.Bottecchia

B78_T_Bottecchia 1964 Gregori jpg.jpg

Nell' ultimo arrivo sull'anello in cemento pordenonese di un Trofeo Bottecchia per dilettanti, giunse solitario dopo una fuga Edoardo Gregari nel 1963 - già Commissario Tecnico della Nazionale

3° DECENNIO 1961 - 1970

E' forse il periodo migliore per i Dirigenti Pordenonesi: le vittorie non si contano, i corridori tesserati oltre 70 in tutte le categorie ( emergono Fontana, Pittau, Favalessa, Piccinin, Bellotto, Celestino e Demetrio Moras a seguire Nicodemo, Zussa, Lazzaretti). Nel Giugno del 1964 ancora una grande riunione su pista: la F.C .I. sceglie Pordenone per preparare i velocisti ai Campionati del Mondo. Maspes e Gaiardoni velocisti di rango hanno ancora una volta infiammato gli spalti. Tutti i migliori pistards hanno conosciuto il nostro Velodromo.

Maspes con il Presidente Piero Polese

Il Campione del Mondo Antonio Maspes al Velodromo Ottavio Bottecchia in uno dei suoi snervanti sourplaces

Casella di testo:  B013 Maspes jpg.jpg

4° DECENNIO 1971 1980

Le cose iniziano a cambiare per la necessità di reperire Sponsor; si punta sulla categoria Dilettanti con alterne fortune e grosse spese di gestione sostenute con grossi sacrifici.
Rimangono in calendario le classiche organizzate dalla C.O.Bottecchia e nel 1974, per la prima volta, siamo coinvolti nell'arrivo di una Tappa del Giro d'Italia ( vince il Campione Italiano Paolini con Edy Merckx in maglia rosa ). Torriani riconferma l'arrivo a Pordenone l'anno successivo e la C.O. Bottecchia collabora attivamente ( vince Knudsen con Bertoglio in rosa ).

Mancando definitivamente il sostegno economico, il Consiglio Direttivo decide di chiudere con l'anno 1985 il tesseramento ai Dilettanti. Continua l'attività organizzativa con le classiche gare soprattutto su Pista con i nostri Dirigenti sempre in prima fila.

Una partenza della corsa a punti di Giuria Demetrio Moras

B61 jpg.jpg

 

5° DECENNIO 1981 - 1990

Mancando definitivamente il sostegno economico, il Consiglio Direttivo decide di chiudere con l'anno 1985 il tesseramento ai Dilettanti. Continua l'attività organizzativa con le classiche gare soprattutto su Pista con i nostri Dirigenti sempre in prima fila.

6° DECENNIO 1991 2000

Nulla è cambiato, il tanto entusiasmo non basta per allestire una squadra agonistica e si spera naturalmente in tempi migliori con quei contributi che stentano ad arrivare.
Ma un grandissimo riconoscimento, che ci ripaga dei tanti sacrifici, ci è stata riconusciuto dalla Federazione Ciclistica Italiana che ha assegnato al sodalizio Pordenonese l'ambitissima

"Stella d'Oro al Merito Sportivo"

7° DECENNIO 2001 2010

I Presidenti della Ciclistica Ottavio Bottecchia

che si sono succeduti dal 1941-2011

1941 1942 Gino Vianelli, 1943 1947 - Giovanni Furlanetto 1948 1950 Mario Agosti, 1951 1958 Carlo Zambon Bertoja 1959 1969 Piero Polese, 1970 1975 Luigi Pasquotti 1976 - Marco Costantini, 1977 1982 Luigi Innocente 1983 2009 Flavio Silvestrin,

2010 - Luciano Forte

Foto: Giuliano zzin (Segretario), dott. Luciano Forte (Presidente), Ernesto Badin (Vice Presidente) e Demetrio Moras (Direttore Tecnico).

Prima consultazione tecnica per il 70° Trofeo Ottavio Bottecchia